.
Annunci online

ilmalfattore

Un affettuoso scambio di mail

diario 26/3/2009

Lunedì scorso Gioacchino Genchi, consulente tecnico in materia di intercettazioni di numerose procure, relativamente a indagini di mafia, corruzione e numerosi altri reati, è stato sospeso dalla Polizia di Stato di cui era membro in aspettativa, con motivazioni assai dubbie.

Il sottoscritto ha pensato di inviare una mail per avere chiarimenti a Francesco Rutelli, direttore del Copasir, il comitato di controllo parlamentare sui servizi telematici, che tra l'altro risulterebbe da alcune perizie in contatto con Antonio Saladino, coinvolto nelle inchieste di Catanzaro "stoppate" l'anno scorso da Mastella e dal csm. (Rutelli ovviamente nega i contatti).

Ecco il risultato. Sopra la risposta ottenuta (dalla mail pubblica del senato di Rutelli, notate) e sotto il mio messaggio originale. Buona lettura.




Gentile Signor Pizzolato,
le sue fonti di informazione sono purtroppo sbagliate e la inducono a dire cose false.
 
1. Il comportamento istituzionale di Rutelli è stato ineccepibile. Provi a documentare un solo atto non corretto.
2. Rutelli non ha alcun conflitto di interessi. Non è mai stato indagato in nessuna inchiesta riferibile alle vicende che lei richiama.
3. Al contrario: è parte offesa e dunque ha già intrapreso azioni giudiziarie a tutela della sua onorabilità.
4. Rutelli non è amico di alcun indagato. La stampa ha riportato che con il Saladino - se a lui si riferisce - sono stati in contatto ripetuto esponenti politici come Di Pietro. Niente di male, per chi è garantista.
5. Di fronte a diverse Procure della Repubblica, oggi, sono sotto inchiesta sia il dr. De Magistris sia il dr. Genchi. Per il bene del Paese, mi auguro sinceramente che siano prosciolti.
 
In conclusione, ritiri gli insulti e le diffamazioni contro Rutelli. Altrimenti, ne risponderà nelle sedi appropriate.
 
Cordiali saluti
 
Avv. Gianluca Ansalone


mail originale:

 

Per: <rutelli_f@posta.senato.it>
Da: fabrizio pizzolato <...>
Data: 23/03/2009 23.07
Oggetto: Un commento alla sospensione di Genchi

Onorevole Rutelli, apprendo in questi istanti che Gioacchino Genchi, consulente tecnico per le indagini di svariate procure d'Italia, è stato sospeso dalla polizia di Stato.

Non ho dubbi sul fatto che lei non centri nulla. Almeno con la sospensione. Vorrei tuttavia farle presente che il modo DELINQUENZIALE con cui lei conduce il Copasir, in particolare contro onesti servitori dello Stato come Genchi, la cui colpa peggiore ad ora emersa è di aver indagato su SUOI AMICI, non è sconosciuto a noi cittadini. E questo sebbene gli organi di comunicazione di regime coprano le sue malefatte, sebbene lei di tale regime sia un supposto (molto supposto) oppositore.

Bene, sappia che farò di tutto per diffondere tutti i FATTI relativi a tale vicenda, ivi compreso il fatto che lei INFANGA il nome del PD con la sua condotta, anche solo per il fatto di ignorare di essere in palese conflitto di interessi. Peggio: oltre a questo, misteriosamente, pare che lei usi il Copasir proprio per i suoi interessi, FREGANDOSENE dei cittadini stessi che le pagano lo stipendio.

Siccome ora sarà offeso, se ha un minimo di dignità dovrebbe AGIRE perchè siano chiariti i fatti, e i dubbi sulla sua condotta spariti, anzichè rispondermi in modo permaloso come pensa di fare. Si dia una svegliata!

saluti
Fabrizio Pizzolato



permalink | inviato da Fab1979 il 26/3/2009 alle 10:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa